Corso per Tecnico del monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente per la tutela e il risparmio delle risorse idriche ed energetiche

Il percorso si terrà a Mirandola ed è interamente finanziato da Regione Emilia-Romagna e FSE+. Le iscrizioni resteranno aperte fino al 5 novembre.

Il corso gratuito d’Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (OPERAZIONE Rif. PA 2022-17260/RER APPROVATA CON DGR 1379/2022 DEL 01/08/2022 FINANZIATA DALLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA E DA FSE+ – CUP E84D22001840009) fa parte dell’ampia offerta che la stessa Regione promuove sull’intero territorio emiliano-romagnolo per l’anno formativo 2022/2023. I percorsi IFTS, in particolare, sono pensati per facilitare l’inserimento aziendale in diverse funzioni e settori, grazie a un approccio orientato al trasferimento di competenze professionalizzanti, tipiche di ruoli tecnici altamente specializzati in tematiche emergenti e oggi molto richieste dalle aziende che si mostrano attente alle innovazioni e sempre al passo con le nuove tecnologie. 

Il “Tecnico del monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente” opera per la difesa del suolo e la salvaguardia dall’inquinamento dell’atmosfera e dell’ambiente in genere, in grado di valutare situazioni di rischio e indicare le misure di primo intervento ai fini del loro contenimento. La figura che si andrà a formare avrà un’ampia conoscenza degli strumenti tecnologici per la gestione dei sistemi informativi territoriali e una visione della normativa di riferimento, attraverso una formazione a carattere pluridisciplinare. La proposta è inoltre finalizzata alla formazione di tecnici esperti con una specializzazione sulla gestione sostenibile delle risorse idriche ed energetiche, volta alla loro tutela e risparmio. Tale declinazione del profilo deriva dall’analisi dei contributi progettuali da parte dei partner, ricavanti dalle specifiche esigenze locali e dal fabbisogno formativo di questi ultimi anni nei settori di riferimento oltre che dall’evoluzione della domanda di professionalità.

La formazione del “Tecnico del monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente per la tutela e il risparmio delle risorse idriche ed energetiche” ha tra gli obiettivi quello di difendere e promuovere l’ambiente, attraverso l’analisi dell’impatto che le azioni economiche e sociali dell’uomo hanno sulla salute del territorio e sulle sue risorse, pensando ad azioni volte a ridurlo o eliminarlo.

Più nello specifico, il nuovo “professionista green” è in grado di monitorare i corpi idrici superficiali e sotterranei su scala di bacino, pianificare e coordinare gli interventi di utilizzo e di tutela delle risorse idriche e dei connessi impianti e tecnologie, comprendendo conoscenze del ciclo integrato dell’acqua e le tecniche di gestione sostenibile degli impianti e dei bacini idrici, e garantendo alti standard qualitativi e disponibilità della risorsa idrica, a sostegno di colture idroesigenti, del settore agroalimentare e per usi extra-agricoli. Inoltre, il Tecnico è coinvolto nelle tematiche inerenti il risparmio energetico e il riutilizzo di sottoprodotti in un’ottica di economia circolare, attraverso la conoscenza delle principali nozioni di energetica e di utilizzo di fonti rinnovabili in ambito civile ed industriale (ved. obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile). La formazione consentirà, inoltre, di calibrare competenze circa le tecniche di produzione di reti gas/acqua/teleriscaldamento, attraverso la valutazione dell’impatto ambientale delle loro reti di distribuzione.

Tra gli argomenti affrontati durante il percorso formativo, sia in aula che durante i laboratori e gli stage aziendali, vi sono:

Mod1Orientamento e motivazioni
Mod2Lavorare in gruppo
Mod3La gestione del conflitto
Mod4Elementi di problem solving
Mod5La comunicazione nel ciclo dell’emergenza
Mod6Organizzazione e processi aziendali
Mod7Modelli economici e matematici
Mod8Informatica e statistica (Scienza dei dati e Big Data)
Mod9Inglese tecnico
Mod10Sistemi ambientali e produttivi e tecniche di rilevamento
Mod11Valutazione di impatto ambientale (aria, acqua, suolo, rifiuti, rumore)
Mod12Monitoraggio, tutela della qualità ambientale e misure di salvaguardia di ambiente e territorio
Mod13Recupero e gestione dei rifiuti
Mod14Gestione degli impianti energetici e principali caratteristiche del mercato dell’energia elettrica e del gas
Mod15Risparmio energetico e tecnologie smart energy
Mod16Economia circolare
Mod17Monitoraggio dei parametri meteorologici nel contrasto al cambiamento climatico
Mod18Sistemi informativi territoriali (S.I.T.) e l’analisi dei dati
Mod19Geomatica: metodi e tecnologie innovative per l’analisi territoriale
Mod20Metodi e tecnologie per il trattamento dei reflui e delle acque
Mod21Risorse idriche: gestione sostenibile
Mod22IoT al servizio delle attività di monitoraggio ambientale e rilevamento del territorio con droni
Mod23Tecniche e tecnologie di bonifica dei suoli e dei siti
Mod24Ecosistemi industriali e scenari normativi

I docenti del corso sono esperti dei diversi ambiti didattici, provenienti dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e dall’ITS “Calvi“, dal mondo delle imprese e organizzazioni pubbliche e private che operano nei settori di interesse, in grado di utilizzare metodologie partecipative e didattica esperienziale.

La classe sarà composta da un massimo di 20 persone con residenza o domicilio in Emilia-Romagna, occupate o non occupate e in possesso del diploma di istruzione secondaria. È preferenziale il possesso di uno dei seguenti diplomi:

  • tecnico/tecnologico (meccanica, meccatronica ed energia, elettronica ed elettrotecnica, chimica, biologia, informatica, tecnici agrari, geometri);
  • liceo scientifico.

L’accesso è consentito anche a coloro che sono in possesso dell’ammissione al V anno dei percorsi liceali, a coloro che sono in possesso del diploma professionale conseguito in esito ai percorsi di IV anno di IeFP coerenti, a coloro che non sono in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore, previo accertamento, quali requisisti aggiuntivi, delle competenze pregresse acquisite in precedenti percorsi di istruzione secondaria o terziaria, esperienze formative o lavorative successivamente all’assolvimento dell’obbligo di istruzione, esperienze non professionali in ambiti non formali e informali, in particolare:

  • competenze legate alla chimica, alla fisica, alla nozionistica di base legata alle risorse naturali;
  • conoscenze della lingua inglese;
  • competenze informatiche.

Sicurform Italia Group si è impegnata nella promozione e coordinamento di un partenariato socio-economico d’eccellenza, rappresentativo del territorio e delle necessità professionali dalle quali muove l’iniziativa, in grado di assicurare il raggiungimento ottimale di risultati formativi, tramite una collaborazione multilivello nelle diverse fasi di progettazione, promozione, attuazione e valutazione dell’offerta formativa.

Oggi il partenariato è composto da:

Il corso ha una durata totale di 800 ore di formazione, delle quali 400 ore di lezioni in aula e 400 di stage aziendale.

Avvio a Mirandola, da novembre 2022 e fino a luglio 2023.

Il corso consentirà in ultimo di ottenere il Certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS), riconosciuto sull’intero territorio nazionale, a validazione delle nuove competenze e conoscenze acquisite.

Negli ultimi anni in Italia, anche grazie alla decisa accelerazione sui temi della transizione digitale ed ecologica e ai cambiamenti economici e sociali conseguenza della pandemia da Covid-19, l’offerta di green jobs è andata moltiplicandosi, fornendo nuove prospettive e un numero crescente di specializzazioni per i “lavoratori verdi”, soprattutto nei settori coinvolti dal presente progetto formativo.

Il Tecnico del monitoraggio e gestione del territorio e dell’ambiente può inserirsi in ambito di supporto al responsabile aziendale di sistemi di gestione ambientale/energetico, in società di consulenza sicurezza-ambiente-energia, nell’organizzazione degli impianti di gestione idrica/energia e degli impianti di gestione rifiuti.
Trova inoltre sbocco occupazionale in Enti pubblici (quali: Comuni, Regioni..), Agenzie Regionali Protezione Ambiente, Aziende Sanitarie Locali, Aree Protette, Consorzi di Bonifica e altri enti pubblici e privati che trattano temi ambientali e di monitoraggio e gestione del territorio.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE

Per inviare la propria richiesta di partecipazione al corso è necessario compilare il form sottostante. Durante la procedura sarà richiesto di allegare copia del proprio CV, del documento d’identità in corso di validità e del Codice Fiscale.

Le candidature devono pervenire entro e non oltre il 5 novembre 2022. Le selezioni si terranno il 10 novembre, seguendo il calendario di convocazione che sarà pubblicato su questo sito.

MODALITÀ DI SELEZIONE

Allo scopo di valutare per ciascun candidato, avente i requisiti di ammissibilità alle selezioni, il possesso di conoscenze e capacità che rendano possibile l’acquisizione delle competenze in esito ai percorsi, e valutare le effettive e coerenti aspettative e attitudini, la procedura di selezione si compone di due fasi:

  1. Test Tecnico (lingua inglese per comunicare, informatica, conoscenze logico matematiche e statistiche) – Max 50 punti;
  2. Colloquio attitudinale (finalizzato a comprendere atteggiamenti, comportamenti, attitudini, capacità di relazionarsi e di collaborare con altre persone, motivazione al percorso e al profilo) – Max 50 punti.

Saranno ammessi alla seconda fase solo i candidati che avranno ottenuto almeno 30 punti nel Test Tecnico.

La somma dei punteggi ottenuti al Test Tecnico e al Colloquio attitudinale rappresenterà il punteggio finale del/la candidato/a e definirà la sua posizione in graduatoria. I/le candidati/e che superano la prova di ammissione comporranno la graduatoria secondo i seguenti criteri di priorità:

  • riserva di posti candidati donne (55% dei posti);
  • maggior punteggio ottenuto nelle prove di selezione.

A parità di punteggio sarà data la precedenza al maggior punteggio conseguito nel colloquio attitudinale. I/le candidati/e verranno ammessi al corso seguendo la graduatoria risultante dal processo selettivo, fino al limite dei posti disponibili. La graduatoria potrà essere utilizzata per assegnare eventuali posti vacanti per rinuncia o indisponibilità degli ammessi. In caso di parità di punteggio si seguirà l’ordine anagrafico, dal più anziano al più giovane.

Il/la candidato/a con diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (DSA) (Legge 170/2010) e/o con disabilità (Legge 17/99, Legge 104/92), può richiedere assistenza alla prova presentando istanza corredata dalla relativa certificazione.

Info e assistenza

Per ricevere maggiori informazioni e assistenza nella compilazione della domanda di partecipazione è inoltre possibile contattare il numero 0535.062308, chiedere un appuntamento in sede (via 2 Giugno, 93 Mirandola).


Invia la tua candidatura